Mobiltà

2018-07-14T17:14:17+00:0014 luglio 2018|Categorie: Progetti attuali|0 Commenti

Perché

I servizi di trasporto pubblico tra Montecatone e la città di Imola, sono limitati.
Frequentemente le persone devono ricorrere ai servizi supplementari svolti con generosità dalle Associazioni di volontariato o ai servizi a pagamento (taxi).
È più difficoltoso e costoso per chi è in carrozzina e non può fare il passaggio sul sedile dell’automezzo.
La maggior parte degli utenti di Montecatone risiede fuori regione e molti non dispongono di una propria auto.

Nel fine settimana le persone ricoverate hanno il desiderio di uscire dalla struttura e recarsi in luoghi di interesse, anche a piccoli gruppi. Oltre che un legittimo desiderio per persone che rimangono ricoverate a lungo, le uscite autogestite hanno una forte valenza riabilitativa e di inclusione. Sono persone che devono ritornare a vivere dopo una lesione midollare che ha cambiato loro vita.

Alcuni volontari dell’Associazioni hanno una tetraplegia che non consente loro di guidare e non sempre hanno una persona a disposizione che le trasporti, o possono non disporre di un mezzo adatto al trasporto in carrozzina.

Alcune persone con lesione midollare, nell’ultima fase del ricovero, intendono addestrarsi per conseguire la patente di guida B Speciale.

Obiettivi

  • Sostenere le persone con disabilità ed ai famigliari che hanno necessità di recarsi in città per svariati bisogni
  • Sostenere le persone con disabilità che necessitano di accedere al servizio presso le stazioni ferroviarie di Imola e Bologna, o del servizio aeroportuale di Bologna
  • Consentire di effettuare uscite autogestite di singoli o gruppi di persone con disabilità e loro famigliari nel fine settimana, o in altri momenti di libertà
  • Poter trasportare volontari dell’Associazione, in particolare Consulenti alla pari, per migliorare i servizi di supporto alle persone ricoverate ed ai loro famigliari
  • Favorire il conseguimento della patente B Speciale consentendo alle persone autorizzate di esercitarsi, nel fine settimana, alla guida con un’auto dotata di comandi idonei

Cosa serve

  • Pulmino tipo DUCATO 9 posti con pedana di sollevamento elettro-idraulica, allestito anche per il trasporto di 3 persone sedute sulla propria carrozzina
  • Auto tipo DOBLO con pianale ribassato per trasporto di una persona in carrozzina, che conservi almeno 3 posti per passeggeri seduti, con adattamenti per la guida per persone con paraplegia (cambio automatico, acceleratore e freno a comando manuale)
  • Volontari per la guida degli automezzi e volontari per accompagnare nelle uscite

Automezzo

Scrivi un commento